Alessia di “Dolcezze di Nonna Papera”

Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

Nasce tutto per caso, non frequentavo blog e nemmeno forum di cucina. Un giorno mi sono detta “Perchè no?” Mi serviva un luogo dove poter trascrivere le mille ricette che svolazzavano in giro e che frullavano nella mia mente, mi serviva un luogo dove poter mettere nero su bianco quella che stava diventando une vera passione. E’ così che, una filosofa d’istruzione, diventa Nonna Papera on line per passione.
Ero ignara di tutto, dall’organizzazione al funzionamento. Pian piano mi sono avvicinata ad altre foodblogger e pian piano ho seguito la strada che mi ha portata fino a qui.
Ad un anno dalla nascita di Dolcezze di Nonna Papera, posso dire di essere cambiata molto, nello stile, nella forma e anche nei contenuti. Per me è più di un semplice “quaderno di ricette”, è strumento di comunicazione, è metodo di divulgazione ed è continuo studio e tensione al miglioramento.

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

A mio avviso un sito di ricette deve rispondere alle esigenze dei lettori velocemente e semplicemente. Io mi metto sempre dalla parte del lettore tipo prima di iniziare a scrivere e penso “cosa vorrei trovare in questo blog?” “cosa mi piacerebbe leggere aprendo questa ricetta”. Ed è così che mi ritrovo a dar nozioni enogastronomiche, a trasmettere passioni per determinati metodi di cottura, a donare pillole di saggezza ogni giorno a chi le cerca.
Ho incontrato foodblogger e foodwriter che mi hanno fatto molto riflettere su quanto un sito di cucina debba essere fatto di contenuti che ti appartengono e sul fatto che la missione deve essere “far la differenza per donare l’alternativa”.

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Se si segue il mio blog non si può non sapere che io prediligo la cucina con cottura a fuoco lento nel vino o nella birra. I miei sono piatti “ubriachi” come dicono spesso i miei lettori. Il gusto che la cottura prende nel vino o nella birra non ha eguali, la tenerezza di una carne cucinata per due ore è indescrivibile.
La mia è una cucina semplice e veloce nei preparativi (il resto lo fa il tempo ed il fuoco), non vorrei mai dovermi impegnare in torte decorate e a mille strati, preferisco un buon Birramisù pronto in tre mosse e nuovo al palato del mio ospite.

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

Mi sono dovuta adeguare a tutti i social network del momento per stare al passo con i tempi ed i sistemi di divulgazione d’informazione immediata. Praticamente sono on line in ogni momento, è un bel lavoro pure questo.

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori

Un mio piccolo consiglio…parlate di ciò che amate, il segreto sta nel mettere un po’ di voi in ogni ricetta. Non lasciatevi prendere la mano dal qualunquismo, fate la differenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *